Archivi Blog

Fassina e il documento segreto su Veltroni al Lingotto


Il Post riprende un piccolo scoop di Cerasa, ossia il disvelamento di un documento in cui Fassina critica le proposte economiche di Veltroni.

Ora la pietra dello scandalo per me non e’ che il responsabile economia del partito relazioni il segretario, nel merito, sulle proposte economiche del leader della minoranza interna.

Ma lo scandalo e’ che questo documento che discute di fatti e di analisi, sia, nelle intenzioni di chi lo scrive e di chi lo riceve, segreto e riservato.

La maledizione di Tuthankamon-Prodi


Riassumendo, dopo 2 anni e mezzo:

Mastella: colui che lo pugnalo’ alle spalle non si presento’ nemmeno alle elezioni del 2008 e fini’ per mendicare un posto in lista nel PDL alle Europee. Sparito dalla politica italiana si gode una immeritata pensione a Bruxelles

Bertinotti: la Cassandra che predi’ la fine di Prodi e’ stato politicamente raso al suolo, cancellato dalla memoria collettiva e maledetto dai pochi che lo nominano ancora

Veltroni: l’improvvido ispiratore della caduta del governo Prodi dopo una ingloriosa segreteria costellata di sconfitte, non e’ ancora espatriato in Africa e oramai ravana tra le seconde file del PD in attesa di essere definitivamente cestinato

Berlusconi: colui che armo’ Mastella dopo aver vinto le elezioni del 2008 con la piu’ larga maggioranza nella storia d’Italia s’e’ ridotto nelle medesime condizioni di Prodi: dopo un anno e mezzo di scandali sessuali e finanziari come nessun altro leader di paese civile e il divorzio da Veronica, ormai ridotto a barzelletta internazionale, e’ sfiduciato dal Presidente della camera, infilzato dai voltagabbana e ha deciso di immolarsi come il Professore chiedendo un voto in parlamento ai FELloni traditori.