Annunci

Archivi Blog

Media Sondaggi al 24 febbraio


Media Sondaggi 24 feb In una settimana in cui l’astensione raggiunge il suo minimo da diversi mesi, il 43,6% e’ il Partito Democratico di Matteo Renzi a trarne il maggior beneficio. Non tanto per il suo risultato medio in percentuale, un buon 33.5% ancora lontano pero’ dai suoi massimi dei passati 2 anni, quanto perche’ il suo maggior competitor il Movimento 5 Stelle scivola sotto la quota del 25% che pure aveva riconquistato con slancio prima di Natale. E se nel centrodestra pare esserci un minimo di travaso di voti dalla Lega a Forza Italia che raggiunge un 11.5% che pure e’ un ottimo risultato negli ultimi mesi, e’ nel gruppone dei piccoli partiti che ci sono i maggiori movimenti. Il Nuovo Centro Destra ad esempio non sembra trarre molto beneficio dalla sua posizione contraria alle adozioni gay e scivola pesantemente sotto il 3%. Buono e’ invece il risultato di Sinistra Italiana sopra il 4%, mentre la media di Fratelli d’Italia, giunti al 4,5%, e’ buona ma non eccezionale se pensiamo che qualche settimana fa il partito della Meloni arrivava al 5%. Interessante invece il 4.5% di Altri, dove si nascondono i voti degli insoddisfatti, in prevalenza di sinistra: un buon bacino di partenza per Possibile di Civati e Rifondazione Comunista di Ferrero

Annunci

Media Sondaggi al 30 Marzo


Media Sondaggi 30 Mar Settimana movimentata nel mondo dei sondaggi italiani: praticamente tutti i principali partiti riportano variazioni non banali delle loro percentuali, complice forse anche un calo dell’astensione, scesa questa settimana al 50.3% dal 52% dell’ultima rilevazione.

Se infatti osserviamo i dati si puo’ notare che il PD rompe al ribasso quota 38%, perdendo lo 0.5% rispetto alla passata settimana. Allo stesso tempo il Movimento 5 Stelle guadagna qualche decimo e supera quota 19%.

Significativi poi sono sia l’arretramento della Lega che in 2 settimane perde lo 0.7% e sembra aver fermato se non invertito il trend di possente crescita degli ultimi mesi, sia quel 0.4% in più registrato da Forza Italia che sfiorando il 13% sembra aver raggiunto una percentuale, il 12-13% appunto,  difficilmente valicabile al ribasso, una sorta di plafond, di minimo storico.

Molto buono anche il risultato di SEL, di nuovo oltre il 4% e di Fratelli D’Italia, che il 4% lo intravedono dopo i picchi negativi di un paio di settimane fa. Male invece la neonata Area Popolare, le fortune elettorali di Alfano e Casini languono infatti  a un pericolosissimo 3.2%