Annunci

Archivi Blog

Media sondaggi al 12 Maggio


Media Sondaggi 12 magStando alla media sondaggi settimanale il Partito Democratico di Matteo Renzi, dopo aver fatto registrare il suo minimo da parecchi mesi la scorsa settimana, riprende fiato nei sondaggi e nelle ultime medie raggiunge il 36,5% in salita dello 0,4%.

Un risultato tuttavia da leggere in controluce perché, con l’aumento dell’astensione registrato questa settimana nei sondaggi – siamo al 51,5% – e confermato dalla recente tornata elettorale in Trentino e Valle d’Aosta, significa che il Partito Democratico semplicemente perde meno elettori rispetto agli altri partiti.

E se Movimento 5 Stelle di Grillo e la Lega rimangono stabili rispetto alla passata rilevazione, molto male va per Forza Italia che rompe la soglia psicologica del 12% attestandosi nelle rilevazioni demoscopiche un decimale sotto.

Ovviamente l’elevata astensione favorisce i piccoli partiti, che generalmente possono contare su un gruppo di sostenitori ed elettori molto motivati, e infatti Sinistra Ecologia e Libertà e Fratelli d’Italia continuano a far registrare i loro massimi, ma anche qui siamo di fronti a dati alquanto illusori a fronte della notevole astensione.

E infatti persino l’accoppiata Alfano-Casini risale nei sondaggi al 3.1% riconquistando un pugno di seggi nel Parlamento eletto con l’Italicum. Ed è questa l’unica novità nella distribuzione dei seggi nel Parlamento.

Annunci

Media Sondaggi al 30 Marzo


Media Sondaggi 30 Mar Settimana movimentata nel mondo dei sondaggi italiani: praticamente tutti i principali partiti riportano variazioni non banali delle loro percentuali, complice forse anche un calo dell’astensione, scesa questa settimana al 50.3% dal 52% dell’ultima rilevazione.

Se infatti osserviamo i dati si puo’ notare che il PD rompe al ribasso quota 38%, perdendo lo 0.5% rispetto alla passata settimana. Allo stesso tempo il Movimento 5 Stelle guadagna qualche decimo e supera quota 19%.

Significativi poi sono sia l’arretramento della Lega che in 2 settimane perde lo 0.7% e sembra aver fermato se non invertito il trend di possente crescita degli ultimi mesi, sia quel 0.4% in più registrato da Forza Italia che sfiorando il 13% sembra aver raggiunto una percentuale, il 12-13% appunto,  difficilmente valicabile al ribasso, una sorta di plafond, di minimo storico.

Molto buono anche il risultato di SEL, di nuovo oltre il 4% e di Fratelli D’Italia, che il 4% lo intravedono dopo i picchi negativi di un paio di settimane fa. Male invece la neonata Area Popolare, le fortune elettorali di Alfano e Casini languono infatti  a un pericolosissimo 3.2%