Annunci

Condizionatori d’estate


Stasera avevo il mio secondo congresso, a Carugate. La mattina mi ero ripulito ancora l’intervento, sempre giocato sulle cinque parole chiave di Marino, ma vi avevo inserito un paio di riferimenti espliciti a Franceschini e Bersani per dargli un po’ di mordente, senza esagerare pero’, perche’ la gente viene ai congressi o per ragionare (pochi) o per esprimere la propria convinzione (tanti), gia’ maturata da tempo. In ogni caso ho capito che a fare gli interventi da guascone finisci per fare la figura del pirla.

Ora Carugate e’ una delle ultime amministrazioni di centrosinistra nel milanese e il fatto che non si fosse trovato nessuno per parlare della mozione non mi induceva a particolare ottimismo. Comunque vado su Scelgomarino.info nella speranza di trovare qualche volontario ma nisba, niente di niente.

Comunque arrivo puntuale alle 4 meno dieci, per annusare l’aria, prendere un minimo di contatti e vedere se riesco a organizzare una lista. Infatti mi ci si avvicina un compagno che si dichiara subito sostenitore di Ignazio. Parliamo cinque minuti e tiro un sospiro di sollievo. Un voto e un rappresentante in lista sono assicurati.

Poi il presidente chiama e ci presenta: per la mozione Bersani l’onorevole Lino Duilio, di Carugate; per Franceschini l’ex-presidente del consiglio provinciale Ortolina, sempre di Carugate.

Ottimo, mi dico, qua faccio il vaso di coccio tra vasi di ferro.

E diciamo che quando inizio il mio discorsetto la sensazione e’ pessima. La gente, computamente seduta ad ascoltare gli altri due relatori, si alza, si muove, chiacchiera. Il presidente (bersaniano) non richiama all’ordine, ma io imperterrito continuo e riesco a inchiodarli di nuovo alle loro sedie. Un bel applauso finale mi fa almeno capire che mi hanno ascoltato.

Do’ uno sguardo al tabellone delle liste: nella lista Marino si sono iscritti in 3.

Tre piu’ uno fa quattro. Sfioro il 10%, non male.

Poi si alza il primo compagno. E’ un ex-socialista, uscito dal PSI con l’avvento di Craxi. Appoggia convintamente Marino. Sono a 5 voti. Il 10% e’ al sicuro.Quindi si alternano interventi pro Franceschini e pro Bersani.

Poi, il botto: i quattro interventi finali sono per Marino.   Li ascolto incredulo. Tanto per capirci nel mio circolo c’erano state solo due dichiarazioni pro Marino. La cosa non sfugge nemmeno all’onorevole seduto accanto a me. Faccio i conti. Ci sono otto voti sicuri, la mozione e’ piu’ vicina al 20% che al 15%.

Il risultato finale, giuntomi via sms, perche’ il presidente aveva fissato la fine delle operazioni di voto alle 20,30 per consentire a tutti di partecipare, e’ anche migliore. Con 12 voti su 48 la mozione prende il 25% e un delegato. Angiolini va persino meglio con 16 voti.

Tornando a casa con sensazioni positivissime, rifletto pensando che la mozione Marino e’ una mozione che si vende da se’, come i condizionatori d’estate, con 40 gradi all’ombra. La gente e’ assetata di fresco e non c’e’ neanche bisogno di convincerla. Vengono da te a cercare una boccata d’aria. Gli altri al massimo offrono un ventaglio o un ventilatore a pale.

Annunci

Pubblicato il 26 settembre 2009, in Partito Democratico, Politica con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: