Archivi Blog

Manifesti


Ieri  mi son ritrovato a passeggiare per Milano e ho buttato un occhio sui primi manifesti elettorali: Penati e’ travestito da bauscia, i candidati pidiellin/uddicini riprendono tutti lo stesso format da candidato siciliano/meridionale piu’ o meno giovane in una scala che va da Fitto fino a Cuffaro e c’erano pure i manifesti per Vendola, per rmazzare un po’ di voti di giovani pugliesi in trasferta universitaria. Poi sul verso dei cartelloni mi e’ capitato di vedere un vecchio manifesto di Veltroni del 2008, con un effetto assolutamente straniante. Lo slogan era pure di quelli che mi erano sembrati piu’ efficaci: “Non pensare a quale partito, pensa a quale paese” e io ho pensato ai manifesti di Bersani e mi e’ venuta una botta di malinconia

Autocit.


Qui, su Repubblica