Annunci

Referendum Costituzionale – Media Sondaggi – 11 Novembre


Questa settimana su http://www.sondaggielettorali.it sono apparsi 6 sondaggi sull’esito del Referendum Costituzionale del 4 Dicembre

20161111-riepilogo

Nessuno di questi riporta un vantaggio del SI, che anzi continua a perdere terreno nei confronti del NO, come ben si vede dalle medie mobili

20161111-medie

Il gap tra i due fronti e’ infatti in lento, costante aumento, siamo intorno al 52.5% peril NO e al 47.5% per il SI, sebbene le forchette dei risultati abbiano ancora un minimo di sovrapposizione.

Calano ulteriormente gli indecisi, ormai vicini al 21%, mentre l’astensione pare essersi stabilizzata intorno al 60%

20161111-indecisi-e-astenuti

In conclusione questo mese di campagna elettorale  del SI pare che sia riuscita paradossalmente a spostare gli indecisi verso il NO. Tuttavia rimane una fascia abbastanza corposa di cittadini ancora incerti su chi votare. Non sara’ comunque una impresa facile perché  Matteo Renzi dovrà convincere almeno il 60% di loro per sperare di ribaltare il risultato.

 

 

 

Annunci

Referendum Costituzionale – Media Sondaggi – 4 Novembre


20161104-riepilogoLa scorsa settimana su http://www.sondaggielettorali.com sono stati pubblicati 8 sondaggi sul referendum costituzionale, nessuno di questi però  ha dato il SI vincente. Non è però solo questa la cattiva notizia per il SI ma ce ne sono diverse altre.La prima è che i tutti i trend (giornaliero, settimanale, bi-settimanale e mensile) sono in continua costante ascesa per il NO, con la media settimanale che è quasi al suo massimo – un 52.4% battuto solo dal 52.6% della settimana del 7 ottobre – e quelle bisettimanali e mensili ai loro massimi, 52.1% e 52% rispettivamente. La media giornaliera presenta poi un set di dati assai consistenti tutti molto allineati sulle rette di crescita (o di decrescita). Tutto questo è infine avvenuto in presenza di un calo degli indecisi mentre la quota degli astenuti è rimasta tutto sommato costante.

20161104-medie

Al momento quindi possiamo ritenere il trend ascensionale del NO solido, sebbene non particolarmente forte, certificando finora l’insuccesso della massiccia campagna propagandistica del SI in queste settimane.

Tuttavia ne mancano ancora 4 di settimane e c’è  ancora un 20% di indecisi che sulla carta potrebbero ribaltare la situazione. Renzi dovrà  puntare a costoro se vorrà salvare le sue riforme.

20161104-indecisi-e-astenuti